Vaticinio di primavera

Sono gocce di felicità

che scendono da vecchi tralci,

è la primavera impaziente

che scioglie vecchia neve,

che stacca vivi cumuli

di luccicante beltà

(che una maestà di ghiaccio

aveva bloccato nelle forme più strane).

Ma il gelo non si scaccia facilmente,

ancora camini fumanti

a sporcare l’azzurro del cielo,

l’odore acre pervade il cielo

e si posa sui nostri pensieri.

E son giorni di attesa

per un vaticinio di primavera.

 

Marco Fantuzzi

Annunci

4 Responses to Vaticinio di primavera

  1. Francesco says:

    ascolta gli uccelli nel sole che sorge, loro diffondono gioia invitando al ritorno la fanciulla con il suo vestito di fiori.
    La tua poesia mi anima e alimenta nei pensieri e nelle parole il percorso verso nuova giornata di felicità.
    Un caro saluto
    Francesco

    Mi piace

  2. DolceNera says:

    Una splendida fotografia in versi, mi è molto piaciuta
    Complimentissimi 🙂

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: