I cinque sensi

Vorresti amare un donna solo guardandola negli occhi,

liquefatti di piacere,

ma non puoi.

Vorresti amarla solo ascoltando il suono della sua voce,

carezzevole mentre blandisce i tuoi abbandoni,

ma non puoi.

Vorresti assaporare il gusto della sua bocca,

languida su di te, e aggrovigliare la lingua,

ma non puoi.

Vorresti aspirare l’odore del suo sesso,

in notti senza fine e senza luna,

ma non puoi.

Vorresti accarezzare la sua pelle levigata e bruna,

sentirla fremere sotto di te,

ma non puoi.

Perché mentre la guardi,

e ne ascolti i sospiri,

e ne gusti i respiri,

e ne odori i languori,

sciogli le mani sul suo corpo nudo.

 

Marco Fantuzzi

Annunci

7 Responses to I cinque sensi

  1. enricogarrou says:

    Molto bella la tua lirica, un abbraccio Marco.

    Mi piace

  2. fede63 says:

    E poi dimmi quale donna non vorrebbe un marito poeta… e invece si finisce per scegliere il contabile.

    Mi piace

    • mfantuz says:

      Che tristezza vero? non sarà perché i poeti sono squattrinati e non si riesce a vivere solo d’amore…e poi io non sono nemmeno un poeta, scrivo solo poesie!

      Liked by 1 persona

      • fede63 says:

        Quest’ultima me la segno, diventerà un’altra citazione. Riguardo agli squattrinati oggi lo sono un po tutti, specie quelli che meno ti aspetti… Ma tant’è. Ciao fede

        Mi piace

      • mfantuz says:

        Sul fatto degli squattrinati ho i miei dubbi, io vedo i ristoranti sempre pieni, ma è pur vero che la gente deve mangiare…ti regalo un sorriso. Buonanotte.

        Liked by 1 persona

      • fede63 says:

        Sulla buona notte ti riauguro buona giornata, per il resto siamo così sicuri che la gente paghi sempre tutto? Oggi va molto lo spendere i soldi che non si hanno… girano soldi sulla fiducia

        Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: