Sola

Tu cammini proterva,

solo il tuo sguardo

ancora mi osserva,

pur senza riguardo.

Io ignoro il tuo bel viso

così pieno di inganno,

se ti rivolgo un sorriso

tu mi rispondi: è un danno.

Che io sia dannato

se capisco il tuo cuore

sotto quel seno affogato

provi solo dolore?

Marco Fantuzzi

Annunci

Caro luogo – Umberto Saba

Poesia in Rete

Yves Trémorin, Les amants magnifiques, 1989 Yves Trémorin, Les amants magnifiques, 1989

Vagammo tutto il pomeriggio in cerca
d’un luogo a fare di due vite una.

Rumorosa la vita, adulta, ostile,
minacciava la nostra giovinezza.

Ma qui giunti ove ancor cantano i grilli,
quanto silenzio sotto questa luna.

Umberto Saba

da “Il canzoniere” (1900-1954), “I Millenni” Einaudi, 1965

View original post

Vorrei cucire la mia pelle su di te

Vorrei cucire la mia pelle su di te, come un aderente vestito, per calzare i miei momenti di malinconia, di triste abbandono. Una pelle liscia e lucente che ti toglie il respiro, in cui soffocare i miei sospiri. Sereno è il tuo sguardo che palpebre non abbassa, che sorride malinconico tuffandosi nel mare degli occhi miei. Ora siamo una pelle unica, nelle tue carezze respiro un altro profumo, e faccio l’amore con i tuoi occhi, la parte migliore di te.

 

Marco Fantuzzi

DOLCE NOTTE

Una voce indimenticabile …

Nel giardino segreto

View original post

È arrivata all’improvviso, inattesa

È arrivata all’improvviso,

inattesa,

una cascata di gioielli.

Elegante, nel passare degli anni,

una vita sottile,

come il nastro che ti avvolge.

Il tempo si è fermato

al nostro ultimo incontro.

Sei più dolce e serena

dei miei ricordi,

ma viva come allora, passionale.

Ti guardo

e mi accontento delle tue guance,

troppi cieli hanno cambiato colore,

ma al momento opportuno

avvierò di nuovo il tempo.

 

 

Marco Fantuzzi

Pink Floyd – Wish you were here

Due occhiali stretti

Due occhiali stretti

Le incorniciavano il volto

Puntati su spazi al di là del tempo

E il suo passo spinto

Lì la conduceva

Su estati lontane

Gialle, come la veste che indossava.

 

Marco Fantuzzi