Solo parole

Valanghe di parole

sulla mia fragile vita

e frana il mio cuore

sul nostro “dimenticato” amore.

 

La notte era tempesta

quando sbattesti la porta,

fuggivi dalle tue emozioni

fuggivi dal tuo dolore.

 

Ma ricordo i sorrisi,

morirò nel tuo cuore,

per il  dolore concesso.

 

Al mattino il letto spoglio

ancora sveglia il tuo ricordo,

le luminose giornate di settembre

scaldavano come la tua voce.

 

E tu riempivi il cuore dei nostri pensieri,

ora c’è un silenzio innaturale

a riempire le mie solitudini.

 

Parole, ancora parole,

le tue parole e niente altro.

 

 

Marco Fantuzzi

4 pensieri riguardo “Solo parole”

    1. Se intendi il tuo diario su WordPress basta che cerchi il tasto REBLOG di fianco a MI PIACE e poi lo confermi quando si apre la pagina e il gioco è fatto. Se invece intendi un diario personale cartaceo allora copia quello che vuoi. Grazie!

      Piace a 1 persona

      1. Il cartaceo, ho un diario dove solo poche anime hanno accesso e dove solo spiriti immensi usano la mia penna per lasciare in eterno i loro scritti.
        Allora tu sarai uno di quelli. Grazie.

        "Mi piace"

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: