Il passo lento

Il passo lento di un vecchio caffettano

Attraversa il parco nell’ombra della sera.

Tortore e merli si contendono l’ultimo pasto

Le cicale sono andate, hanno spento

Il loro incessante frinire.

E nel cielo un falchetto attende la sua preda

Spiumerà una giovane vita

Nell’atto di spiccare il volo.

I platani guardano silenziosi

Anch’io ho perso i suoni di una vita che si spegne.

Torpida, l’aria attende il sommesso andirivieni

In locande e trattorie, negli ultimi calori estivi.

Ma ora par che dorma, sonnolenta

Solo folate a scuotere le foglie già secche, bruciate dal sole.

Tra un po’ il sole quieto dormirà

E la luna accenderà i suoi lampioni.

Marco Fantuzzi

2 pensieri riguardo “Il passo lento”

I commenti sono chiusi.