Camminavi leggera

Camminavi leggera sfiorando l’impiantito,

strisce di velluto rosso volteggiavano

tra delicate mani di seta e d’intorno

un malinconico canto di fisarmonica.

Io ti guardavo orgoglioso

nelle tue vesti candide segno

di una purezza d’animo eccelsa.

Danzavi leggera sopra versi di poesia,

tra canzoni d’amore e ritmi di chitarra

nella solitudine di una luce

che era tutta per te.

Castelnovo ne’ Monti – spettacolo teatrale

Negli stretti vicoli di allora

Negli stretti vicoli di allora, dove la luce balenava a stento

su gerani scoloriti, tra ringhiere rugginose dimenticate dal tempo,

lì era la tua età dell’oro e l’avresti ricercata a lungo

in un futuro che sapeva di rame come i tuoi spettinati capelli.

Ora quei vicoli sono solo nei tuoi pensieri, come le abetaie

che nascondevano l’età dell’ innocenza,

dove imparasti a respirar natura e a stupirti.

Qui nacque la tua arte e la tua impazienza.

Il ritmo della marea ci tiene in vita

Il ritmo della marea ci tiene in vita,

quel salire e scendere ininterrotto

con i suoi tempi lunghi: è l’oceano primordiale

che riversa ossigeno puro nei nostri polmoni.

Fluire e rifluire, questa è la vita

che accompagna la Terra da miliardi di anni,

è Gaia nel suo interagire costante

nel suo pulsare insieme ai suoi compagni.

La Terra è Gaia, un organismo perfetto

che basta a se stesso e niente chiede,

solo di continuare a farlo finché il Sole cesserà,

perché questa è una certezza: la vita non è eterna.

Un giorno, quanto lontano non si può sapere,

il Sole esploderà e se noi ancora qui saremo

coglieremo una luce vivida e un calore immenso

così forte, che ci scioglierà come neve al sole.

06/02/2022

Leggendo JON-KABAT-ZINN

La poesia

La poesia è solo uno sfogo esistenziale, è un pour parler, un’attività didattica al pari di altre, perché il tempo scorre e tu puoi misurarlo solo nel riconoscerlo come unico motivo della tua esistenza.

Puoi guardare le lancette scorrere ed esserne in balia, molti lo fanno seppur inconsciamente, o puoi dare un senso allo scorrere del tempo, anche se un senso la vita non ce l’ha.

E tutti i filosofi, laici o religiosi, non mi convinceranno del contrario.

Marco Fantuzzi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: