Attinia

Attinia

 

Formazioni coralline

Fauna dei mari tropicali

Attinia

 

Attinia s.f. Nome comune a molti animali marini ANTOZOI appartenenti a generi diversi dell’ordine degli Attiniari.

 

Zoologia

 

Anemone di mare

 

Le attinie, denominate volgarmente anemoni di mare, hanno il corpo cilindrico, muscoloso, generalmente privo di formazioni scheletriche, fissato alle rocce o agli oggetti sommersi per mezzo di un disco adesivo. L’apertura boccale è circondata da una corona di tentacoli cavi (in numero multiplo di sei), ricchi di cellule urticanti, disposti in più cicli. Alla bocca segue un tubo, detto esofago, che immette in una cavità, la quale occupa tutto il corpo (cavità gastrovascolare) ed è divisa da setti verticali, in numero uguale a quello dei tentacoli. Sui setti stanno le ghiandole riproduttrici. Gli anemoni di mare sono voracissimi e catturano pesci, crostacei, vermi, digerendoli mediante il succo che si trova nella cavità gastrovascolare. Hanno spesso forme assai vistose, come l’Actinia equina, vivacemente colorata in rosso-fuoco; la Cereactis aurantiaca, arancione; l’Anemone sulcata, ecc. Alcune attinie, fra cui l’Adamsia palliata, vivono abitualmente in simbiosi con i paguri.

220px-Actinia_equina_0009

Tempura d'algues et d'anémones - Cuisine de la mer

Foto prese dal web, non dispongo del nome dell’autor per poterlo citare.

Marco Fantuzzi

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: