Bellflower

Campanula, da un’amica blogger americana. Grazie Leyla!

I lost my lens cap..

Bellflower

View original post

Annunci

Giorgio Bassani, tre romanzi

Un’invito alla lettura, una spietata analisi, una talentuosa giovane scrittrice.

Ilmondodelleparole

Letture consigliate o per meglio dire obbligate, da parte del mio professore di lettere. Uno dopo l’altro, come se anche noi ci stessimo ipoteticamente appassionando a questo autore. E dire che non mi ha mai travolta, catturata tra le pagine, ma i suoi tre romanzi li ho letti fino all’ultima riga. “Il giardino dei Finzi-Contini”, “Dietro la porta”, “Gli occhiali d’oro”. Ognuno diverso dall’altro, ognuno con un’idea, un principio differente da analizzare, e forse anche lo stile aveva in ogni volume qualcosa, in più o in meno non lo saprei dire.

Da molti anni desideravo scrivere dei Finzi-Contini – di Micòl e di Alberto, del professor Ermanno e della signora Olga – e di quanti altri abitavano o come me frequentavano la casa di corso Ercole I d’Este, a Ferrara, poco prima che scoppiasse l’ultima guerra. Ma l’impulso, la spinta a farlo veramente, li ebbi soltanto un anno fa, una…

View original post 1.052 altre parole

Allontanare

la speranza del domani, da colorare sul nostro album, ciò che ci fa sentire vivi.

Il mio giornale di bordo

Tutto si infrange
tutto finisce
ma il giorno
sorgerà
allontanerà
le tenebre
diffondendo
non solo luce
ma anche la speranza
quella speranza
che fa credere
che ci sia sempre
un nuovo domani.

Antonio De Simone

Eng_Dismiss
All breaks
everything ends
but the day
will rise
move away the darkness
spreading
not only light
but also hope
that hope
making believe
that there is always
a new tomorrow.

View original post

SORPRESE D’AUTUNNO.

Una musica senza tempo, come senza tempo è lo scorrere delle stagioni.

Nel giardino segreto

 

SORPRESE D’AUTUNNO

Ti sorprendono come un filobus in una città con le strade deserte. Giungono in punta di piedi su scarpe che sussurrano all’asfalto. Ti camminano al fianco e sorridono con occhi luminosi e pieni di malinconia. Un sole tiepido accarezza loro le spalle e le scalda come uno scialle caldo della nonna.
Le definiscono “stagioni di mezzo” ma ti colmano tutta la vita.
Autunno: per alcuni tempo della tristezza, per altri momento di gioiosa malinconia. Le ore dell’attesa, delle foglie che sono pronte a dire addio agli alberi per planare eleganti sul selciato che le attende. Capaci di mutare colore ad ogni spiffero di vento, prima verdi, poi rosse, dorate e infine marroni.
Una vita racchiusa in quei pochi attimi dal cielo alla terra, infinite storie da raccontare in quel volo che sembra eterno ma dura un momento.
L’autunno: uno squarcio di luce leggero e prepotente da dietro…

View original post 331 altre parole

Felicità raggiunta, si cammina… [di Eugenio Montale]

Seidicente

Vertigo – Leon Spilliaert

Felicità raggiunta, si cammina
per te sul fil di lama.
Agli occhi sei barlume che vacilla,
al piede, teso ghiaccio che s’incrina;
e dunque non ti tocchi chi più t’ama.

Se giungi sulle anime invase
di tristezza e le schiari, il tuo mattino
è dolce e turbatore come i nidi delle cimase.
Ma nulla paga il pianto del bambino
a cui fugge il pallone tra le case.



Contatore per sito

View original post

DOLCE NOTTE

Czardas di Vittorio Monti

Il Canto delle Muse

Una splendida esecuzione di David Garrett con cui auguro a tutti un Buon Ferragosto 🙂

View original post