Domenica

Odio la domenica senza sole

in cui sembra mancare la vita,

un cielo grigio

triste come la mia anima.

La pioggia batte lenta,

su parchi desolati

su strade vuote

su macchine al rallentatore.

Il cielo è vuoto di uccelli

il prato è vuoto di insetti

solo il fiume è pieno

e si riempie sempre più.

Si gonfia e scoppia

e spacca gli argini

e trascina in un vortice

come la vita dentro me.

Parole e versi

Dimmi perché

non sei contento

della tua condizione,

chi te l’ha imposta?

Il tuo talento

ti ha portato fin qua,

di che ti lagni!

Il cielo, il fato,

il vento dei mari

e quello delle valli

ti hanno portato in dono

parole e versi.

Usali per raccontare

la fatica del contadino,

la superbia del re,

l’amore per un figlio.

Che le genti

lodino il tuo sapere

e di lui

si riempino la bocca.

Marco Fantuzzi