Amo la pazzia delle parole

Amo la pazzia delle parole,

quel respiro lento e denso

che si insinua

negli anfratti del mio cuore.

Marco Fantuzzi

Annunci

E’ una stagione di incontri

È una stagione di incontri

senza speranza alcuna,

cogliere non so, nel suo sguardo

una scintilla, un sorriso.

È un’algida bellezza

su un bianco incarnato,

la seriosità del suo sguardo,

gli occhi vivaci e controllati

sembrano dire:

io aspetto la luce dei tuoi occhi

come il buio attende la luna,

ma non far sì che tramonti,

bruciata da un vivido mattino

che annienterà la mia voce.

Quale spirito sei,

una voce a dispiegare versi,

suoni sciolti sulle labbra,

desiderose di un contatto,

a spezzare parole, e produrre silenzi.

Raccontami di te dei tuoi umori,

dei malumori, dei sorrisi mancati,

degli amori bruciati, e cammina

mentre parli, sì che possa gioire,

mentre guardo il tuo passo dolce e sicuro.

È già amore tutto questo.

Marco Fantuzzi

Vita

Vita, di pensieri errabonda

(disegni sopiti nel cuore)

vagar mi fai su desertiche lune

tra folli parole, ansimanti e ansiose.

Le grida di gioventù son foglie morte

sciocche risate di incontenibile vita

bruciate sul cammino del tempo.

Marco Fantuzzi

Miserabile

Miserabile, che decidi

coi tuoi gesti dell’altrui vita,

di schiavitù e vecchiezza,

di dolore e bellezza.

Miserabile, che uccidi

senza ragione, con folle ragione

la tua stessa carne, il tuo stesso cuore,

e ingrossi le vene del tuo rancore.

Miserabile, che rispetto non hai

nemmeno di te stesso, addormentato

vivi su paludi stagni e acquitrini,

dentro smisurate fortezze.

Miserabili! Non come quelli che Hugo dipingeva!

Marco Fantuzzi

Charlotte Brontё

Scrivere dell’oscurità è davvero il talento di pochi, saper cogliere nelle tenebre ciò che il mondo della luce non vuol disvelare, stendendo un velo pietoso, come una nebbia densa sopra un luminoso mattino.

Inizia così questo mio viaggio verso meandri inesplorati che poco hanno da spartire con la felicità che tutti ricerchiamo.

È follia abbandonare la luce per affidarsi all’ignoto delle ombre, ma è solo lì che potrai scavare dentro te stesso, in cerca di quei demoni che prima o poi affioreranno.

 

Marco Fantuzzi

 

Polvere

Polvere nel vento,

a questo ti condurrà

la tua follia.

Un’altra guerra è alle porte,

una guerra civile,

sangue del tuo sangue.

Spargerai violenza e dolore

fino ad oscurare il cielo,

questo germe ti corrode

come roccia al vento.

Implorare Dio,

nel deserto della tua anima,

non servirà a placare

i tuoi pentimenti.

La natura non si pente

e sopravvive ai suoi eventi,

pentirti non placherà

lo scorrere del tempo.

Siamo in balia del vento

sbiadisce il ricordo

siamo polvere e nulla più.

Niente rimane ai nostri figli,

solo monumenti che il tempo sgretolerà.

Marco Fantuzzi

E’ melodia il suono della voce

È melodia il suono della voce

È armonia che spande nel cielo

È agonia la sua perenne privazione

È cacofonia se non colpisce il cuore

È solo per me questa inutile follia.

 

Marco Fantuzzi