Maledetto il giorno

Maledetto il giorno in cui ti incontrai,

maledetto il mio amore senza speranza,

che oscura il sole e si nutre della Luna.

Dove sei rugiada del mattino

che hai tolto luce alle mie stelle?

Il giorno non trasmuta in quieta notte

il sogno come una montagna scende a valle.

 

Marfan's poetry

Ti sogno

Ti sogno nelle lunghe giornate,

nelle notti tormentate

nell’alba che cattura il giorno

nel tramonto che accende la notte.

Tu quale stella sei?

Rasserena la mia imminente vecchiaia

brucia i miei ricordi

così che ci sia spazio solo per noi.

Marco Fantuzzi

Agli amici – E’ tramontato giorno

Cari Amici,

Stasera ho terminato la stesura della prima bozza del mio nuovo libro di poesie, si tratta di oltre sessanta poesie, tutte assolutamente inedite, mai pubblicate sul blog. Si chiamerà RIME E VISIONI, se qualcuno volesse essere così gentile da darmi qualche idea sulla grafica della copertina lo ringrazio tantissimo.

Intanto vi lascio con una delle poesie che ho scartato, una scelta molto difficoltosa, erano circa un centinaio inizialmente.

 

È tramontato giorno

 

È tramontato giorno

su questo triste amore,

le foglie son staccate

con non poco dolore.

Udir non posso il nome

della tua delicata vita,

da ripetere ogni momento

con gioia infinita.

Hai sconvolto la vita mia

e le mie mani scivolano

sul tuo corpo lieve,

mentre adagi le labbra

e questo uomo sviene.

 

Marco Fantuzzi

Ogni giorno una luce

Ogni giorno una luce diversa,

mi penetrano i tuoi occhi

chiari e luminosi nell’alba,

tenui e neutri nel tramonto

e neri come la notte che mi avvolge.

I tuoi capelli corvini,

screziati da lame di luce,

incorniciano il giovane volto

liscio e sereno…

e le tue gambe lunghissime,

degne di un elegante trampoliere,

si appoggiano a sfiorar le rive.

Marco Fantuzzi

Un giorno nuovo

I bambini sono canti nel cielo

voci che s’innalzano potenti

sono il futuro non scritto.

Gli adulti sono timide persone

allacciano cuori spauriti

dilagano su mari e fiumi.

I vecchi sono una vera forza

santificano splendenti giornate

vivendo nel ricordo.

Poi la voce se li prende

a metà dei loro sogni

senza sconti per nessuno.

Ma domani è un giorno nuovo

corri lontano

non sai mai quando il fiume

arriverà alla foce.

Marco Fantuzzi

Notte

Notte,

bianca come il cristallo

dolce e lieta

come un dì di festa.

Notte,

nella mia mente serena

un freddo lenzuolo

aspetta il calore

che scioglierà il buio.

Notte inquieta,

negli amori giovanili

nei dolori profondi

nelle dimenticanze.

Notte sbiadita,

su volti rugosi

su mani tremanti,

verso un cammino

che mai avrà fine.

Attendi il giorno

per poter

ricominciare l’attesa.

Notte…

l’alba è già qui.