C’è il frusciare del vento

C’è il frusciare del vento che agita i miei pensieri
Nell’immobilità, nel tempo del mio lungo viaggio.
Cammino tra lampioni accesi con passo sicuro,
Agito la mente nelle profondità cavernose
Di questo simulacro che è il mio cuore.
Lontano, aerei volano leggeri appoggiati nel nulla.

Marco Fantuzzi