Raccontare la propria terra

Raccontare la propria terra, le aspirazioni e il vissuto della nostra gente è quello che dovrebbe fare ogni scrittore.

Pur nella fantasia che quasi sempre si adotta, versi o prosa dovrebbero testimoniare alle generazioni future cosa siamo stati.

Perché dal passato prende vita il presente.

Marco Fantuzzi

Annunci

E’ una giornata spenta

È un giornata spenta,

immersa nel silenzio

che ci porta il vento.

E mentre corrono,

su asfalti roventi,

candidi pensieri ardenti,

mentre una luna immota

si addormenta, bruciata dal sole,

io spengo gli occhi

sugli aceri del parco

e volo tra voi immortali poeti.

 

Marco Fantuzzi

Ti ho vista camminare

Ti ho vista camminare
Sulle punta delle dita
Per non fare rumore.
Ho sentito il ritmato sentimento
Del mio cuore sul selciato.
Ho guardato la tua timidezza
E mi ci sono perso.
Ecco sono qui
Puoi scegliere i miei pensieri?

Marco Fantuzzi

Gioia

Terminata è la ricerca,

le campane annuncianti

suonano a festa,

ma smarrito è il mio pensiero.

Eleganti passeggiate

su lune desertiche

dove il tuo passo

per sempre rimaneva.

Gioia è vederti, è sognarti,

ma la vita è altro

quando la passione brucerà il ricordo.

Quando tu giovane donna

spoglierai i passati ricordi

per costruire il (mio) futuro.

I tuoi occhi

desiderosi e timidi

bruciano il tuo sguardo

con un avido sorriso.

Ti senti nuda

quando i miei occhi

sorridenti e tristi

si uniranno al tuo sguardo.

Marco Fantuzzi

C’è il frusciare del vento

C’è il frusciare del vento che agita i miei pensieri
Nell’immobilità, nel tempo del mio lungo viaggio.
Cammino tra lampioni accesi con passo sicuro,
Agito la mente nelle profondità cavernose
Di questo simulacro che è il mio cuore.
Lontano, aerei volano leggeri appoggiati nel nulla.

Marco Fantuzzi

Pensieri d’autunno

Un vento impetuoso

soffia parole nei nostri pensieri

e ci porta profumo di castagne,

l’umido dei boschi,

il vino fresco di vendemmia.

Si sposano freschi sapori di montagna,

di foglie accartocciate

di passi su foglie ingiallite.

Ricordi di gioventù

profumi di pini e castagni

di aria fina, di cieli tersi.

E acque limpide

in cui sfuggono trote in cerca di felicità.

Marco Fantuzzi

C’è un amore che vorrei

C’è un sorriso che vorrei

ma non so ottenere,

c’è una felicità raccolta

che non so accarezzare.

C’è un amore che non so

una vita che non so,

pensieri in volo

come colorati aquiloni.

Mi guardi e non parli

e io non so che fare,

mi guardi e non sorridi

e spegni dentro me la speranza.

So dove sei

e ti dovrei cercare,

so con chi sei,

quella desolata solitudine.

Ma non sono ancora pronto,

forse non basterà la vita intera

per avvicinarti e…

…vivremo con la consapevolezza

che l’amore non era più forte

di noi stessi.

Marco Fantuzzi