Ti amo

Ti amo,

è l’unica cosa … che so dire,

ti amo e basta,

nel vento d’aprile che cattura

i lillà, in fiore

come la tua giovane età,

nel vento d’ottobre

che spoglia gli alberi

e li colora sul tuo viso,

luminoso come l’amore

che abbiamo acceso.

Ti amo,ti amo

di baci e carezze

nell’anima tua.

 

Marco Fantuzzi

Senza radici

Io non voglio combattere

contro la mia stessa stirpe,

quale disegno divino

è mai questo!

Perir dobbiamo per sopravvivere!

Siam forse foglie

che rinascer son pronte a primavera?

Che arcano mistero è (ormai) la vita!

Tu uomo che sai di me,

che sai dei miei pensieri,

esili

come foglie staccate dal ramo.

Liberi come nuvole allo sbando,

che il vento sospinge qua e là.

Così son io,

senza possenti radici a trattenermi.

Marco Fantuzzi

Primavera

DSC_1137

 

 

 

 

 

 

Oggi comincia un’altra vita,

il cielo ha rischiarato

e splende il sole,

i prati sono in fiore,

i ruscelli pieni d’acqua,

i canti inondano lo spazio intorno a me:

è primavera.

Marco Fantuzzi

Uno dei miei primi scritti, anche la foto è di qualche anno fa, pescata dall’archivio dei ricordi. Buona primavera a tutti/e.

Vaticinio di primavera

Sono gocce di felicità

che scendono da vecchi tralci,

è la primavera impaziente

che scioglie vecchia neve,

che stacca vivi cumuli

di luccicante beltà

(che una maestà di ghiaccio

aveva bloccato nelle forme più strane).

Ma il gelo non si scaccia facilmente,

ancora camini fumanti

a sporcare l’azzurro del cielo,

l’odore acre pervade il cielo

e si posa sui nostri pensieri.

E son giorni di attesa

per un vaticinio di primavera.

 

Marco Fantuzzi

Primavera

Io sono qui

tu ci sei

sorridente ragazza?

La primavera sta rifiorendo

e tu rinasci.

Hai messo il vestito della festa

un fiore tra i capelli,

una collana di perle

sul tuo bruno incarnato.

Quale uomo potrà gioire

delle tue fattezze,

chi si innamorerà

del tuo sorriso?

Apri il tuo cuore

e dimentica il dolore,

siamo fatti per amare

siamo fatti per l’amore.

Non naufragare nel dolore

vivi il piacere di questi giorni,

ama te stessa

ama l’amore

amalo con tutto il cuore.

La gioia di vivere

La gioia di vivere

che ti apparteneva,

il tuo viso solare

il tuo buonumore.

Tutto è ben vivo in me

forte il ricordo

del nostro ultimo viaggio.

La primavera in fiore

schiacciata dalle pale

che mulinano vento.

Il mare si prepara

ad una rigogliosa estate.

I trabucchi raccolgono pesce,

io raccolgo l’amore che mi hai donato

e lo serberò per il prossimo incontro.