Tra mura ingiallite di pianto

Tra mura ingiallite di pianto

è rimasto l’odore del silenzio,

qualche scricchiolio, nient’altro.

La casa è desolata

come una terra abbandonata,

fredda come il mio cuore.

Ho spento l’ultima brace

che scaldava il mio letto bambino

col tepore caldo di nonna Teresa.

Sembra banale ripensare

ai suoi tortelli di zucca

sulla cucina economica,

al calore di una vecchia famiglia.

Marfan's poetry

Mi sommerge un oceano di silenzio

Mi sommerge un oceano di silenzio,

quel mare che non so navigare,

un faro distante mi acceca,

devo alzare le vele e seguire la rotta?

Amico mio non voglio false speranze da seguire,

mandami stelle luminose a incorniciarmi il cammino,

il mio cuore è forte e profondo,

saprò scorgere la luce dei tuoi occhi.

Marfan's poetry

Mi occorre silenzio

Mi occorre silenzio per scrivere

per innalzare i miei pensieri,

perché pensare è vivere

non occorre solo fare per sentirsi vivi.

Pensare e meditare

nel vuoto circoscritto della mente,

solo così sono me stesso,

nell’immensa solitudine dell’anima.

Marco Fantuzzi

Non fermarti

Non fermarti alla bellezza esteriore,

rasserena il tuo sguardo altero!

Cerca nei ritagli della sua anima

lo spirito della vita che desideri.

Abbandonati tra le sue braccia,

raccogli le mani sul suo viso

chiaro come l’argento della luna

che illumina i suoi occhi.

I rossi capelli le scoprono il viso

che accende di vermiglio le tue gote,

le tue labbra sono mute, e un turbinio

di parole c’è solo nella tua mente

e l’anima le raccoglie solo per te.
Marfan's poetry

E il profumo dell’aria si fa dolce

E il profumo dell’aria si fa dolce,

ti accarezza le mani, ti bacia le labbra

consumate dal tempo,

si aggroviglia tra i capelli del cielo

che elemosina la tua anima e la purifica.

Ma tu dove sei per riempire i miei giorni

acciottolati sulla via che porta al mare,

sei il silenzio della mia anima

sei il sorriso dei miei occhi stanchi

sei il fuoco che mi divora

sei la lucida follia dei miei pensieri

sei l’amore che mi manca e mi sconfigge,

sei tu, sei la mia vita.

Marfan's poetry

E’ una giornata spenta

È un giornata spenta,

immersa nel silenzio

che ci porta il vento.

E mentre corrono,

su asfalti roventi,

candidi pensieri ardenti,

mentre una luna immota

si addormenta, bruciata dal sole,

io spengo gli occhi

sugli aceri del parco

e volo tra voi immortali poeti.

 

Marco Fantuzzi

Solo parole

Valanghe di parole

sulla mia fragile vita,

e frana il mio cuore

senza una gioia infinita.

La notte era tempesta

quando sbattesti la porta,

fuggivi da una vita modesta

nella tua mente assorta.

Al mattino il letto caldo

odorava del nostro tempo,

ogni giorno uno smeraldo

sul nostro sentimento.

E tu riempivi il mio cuore

con la gioia del tuo amore.

Ora c’è un silenzio innaturale

a riempir le solitudini,

un frastuono assordante:

parole, ancora parole,

le tue parole e niente altro.

Marco Fantuzzi

Per sempre Amore

Sempre ti cerco Amore

nei visi, nei colori

in tutto ciò che esiste.

Ti cerco nei momenti più sbagliati,

nelle fresche ore di un vivido mattino,

nelle giornate afose

che niente chiedono al mondo,

nelle ore che spengono il giorno,

colori dimenticati da un distratto pittore.

Ti trovo nei sorrisi

che mi rammentano la vacuità

di stupido uomo

sempre pronto a celebrar disastri.

Dov’è il tuo cuore dolce amor mio?

Che frasi melense per un sentimento così puro,

e quando ti trovo non so riconoscerti

non so parlarti, né toccarti, né amarti.

Il mio muto silenzio è una prigione

di solide mura, attendo paziente chi potrà scalfirla!

 

Marco Fantuzzi