Le campane annuncianti

Le campane annuncianti

suonano a festa il tuo ricordo

dove il passo per sempre rimane.

 

Vederti,  sognarti, i tuoi canti

che altro, bruciante accordo

Gioia, nelle tue forme arcane.

 

Nelle mani il velluto dei guanti,

giovane donna sciogli lo sguardo,

spoglia le tue lunghe sottane.

 

Gli occhi, desiderosi, brucianti,

su quel mio avido sorriso balordo,

attendono baci e quello che rimane.

 

Negli occhi miei, tristi e sorridenti

ti senti nuda, sei un dolce fuoribordo,

e io raccolgo il tuo viso, le tue collane.

 

Marco Fantuzzi

Salda roccia sarò

Salda roccia sarò nel combattere dei venti,

empio il mio spirito ti sovrasterà

e non avrai fortuna che i numi ti possan donare.

Sarò dura roccia su cui infrangere i tuoi sogni

e spezzerò l’incanto del tuo amore

che sovrasta il tempo a lui dedicato,

a lui che la vita ti ha donato.

 

Marco Fantuzzi

Dolce amica

Dolce amica

scuoti le fredde lenzuola

in cui hai creduto

di accarezzare la vita.

Galoppa nei cieli immensi

della tua infanzia,

dove immergevi

i tuoi sogni di bambina.

Dove ogni desiderio

trovava conforto

nell’immaginazione.

Tu e io bambini,

a correre

tra l’oro del frumento.

Tra il verde dei prati,

tra alberi spogli,

sotto un lenzuolo

che tutto ammantava

di bianco purissimo,

come la nostra età.

Marco Fantuzzi

Un giorno nuovo

I bambini sono canti nel cielo

voci che s’innalzano potenti

sono il futuro non scritto.

Gli adulti sono timide persone

allacciano cuori spauriti

dilagano su mari e fiumi.

I vecchi sono una vera forza

santificano splendenti giornate

vivendo nel ricordo.

Poi la voce se li prende

a metà dei loro sogni

senza sconti per nessuno.

Ma domani è un giorno nuovo

corri lontano

non sai mai quando il fiume

arriverà alla foce.

Marco Fantuzzi

Ricercatori di felicità

Dare la giusta piega alla propria vita non è certamente facile, non esiste niente di facile da realizzare, anzi è più vero il contrario, troppo spesso siamo convinti per il solo fatto di essere vivi, di sapere automaticamente tutto quello che ci serve. E invece c’è molto di più, e lo dobbiamo cercare quotidianamente, dobbiamo essere degli umili ricercatori di felicità. Questo è un concetto facile da capire, ma difficile da applicare. Non ci sono libri o manuali su cosa fare in ogni momento della propria vita. La vita può prendere una piega diversa in ogni momento, ma bisogna essere pronti mentalmente per poter recepire i segnali che ci arrivano, perché non sempre sono evidenti. Di sicuro un atteggiamento ottimista aiuta molto a far lavorare la mente nel modo giusto, pensare positivo e propositivo questo è importante per cogliere il cambiamento e dare la svolta che magari abbiamo sempre desiderato. Ma bisogna andare incontro alla vita non sperare solamente, esiste veramente qualcosa, chiamatela legge d’attrazione se vi piace, o in qualsiasi altro modo se non vi piace, sta a noi fare funzionare in modo creativo i nostri sogni.

Marco Fantuzzi