È un dolce sonno

È un dolce sonno

Che invade il tuo cuore

Disteso sulle fatiche dell’amore.

Dormi sinuosa

Tra curve abbandonate

(Immersa) tra membra aggrovigliate.

Sottomessa sei stata al mio volere

Esaudito hai (tutti) i vezzi miei

E i tuoi seni sono stati miei trofei.

Ora l’amore crescerà per lunghi mesi ancora

Nella conveniente attesa

Di una vita mai resa.

 

Marco Fantuzzi

Maria

Maria,

non piangere

lacrime amare,

non sciolgono il mio viso.

In quest’attimo,

lasciami volare

lontano da qui,

verso l’eternità.

Io sarò sempre con te,

palpiterò con te,

piangerò con te,

gioiremo insieme.

Io veglierò sul tuo sonno

scandirò le tue giornate

scalderò le tue notti.

Ma ora devo andare,

non aspettarmi,

il tuo tempo è qui, adesso.