Lettera non spedita

Sono giorni che non ti scrivo

mi sono chiuso nel mio muto stupore

di ascoltare me stesso

e nessun altro.

Non trovo parole nel mio vocabolario

la lingua è incollata al pensiero

e non c’è effluvio di vocali e consonanti.

Occhi velati che non vedono

la bellezza che emani

il tuo etereo candore.

I tuoi delicati sensi

giungono a me

ma io non li colgo.

L’udito è ottuso, soffocato

mentre vorrei cogliere

il tuo spirituale pensiero.

Terra e mare siamo noi

aria e fuoco.

Marco Fantuzzi

Sono nel buio

Sono nel buio

del mondo,

ignaro della luce

che brilla nelle stelle.

Ascolto il mio cuore

in sconfinati silenzi.

C’è un amore

che toglie il sorriso,

che brucia

ogni emozione.

Il mio lento parlare

si sta spegnendo.

Il tuo lento incedere,

una vera grazia,

riempie il cuore

di estasi e tormento.

Hai l’eleganza

di una garzetta in volo

nel tuo virgineo vestito,

sull’oro del tramonto.

Hai spiccato di nuovo il volo,

benedetta te e il tuo amore.

Marco Fantuzzi

La vita è un’avventura

Credo che la vita sia un’avventura unica nel suo genere, lo è sempre stata. Ma dobbiamo dare un significato nuovo alla parola avventura legata al concetto di vita. La vita è un’avventura perchè ogni giorno è diverso dall’altro, e ogni giorno ti dà la speranza che qualcosa possa cambiare in meglio. Riuscire a non pensare al peggio, al male che purtroppo riempie la vita di tantissime persone, alla povertà che elimina dalla vita migliaia di persone di tutte le età ogni giorno. La vita è un’avventura perché non sai se domani vedrai sorgere il sole e questo dovrebbe essere uno stimolo sufficiente ad impegnarti in una vita che lasci traccia di quello che hai fatto fino a quel momento. La vita è un’avventura perché è piena di incertezze, e questo è il sale della vita, cosa te ne faresti di una vita se sapessi cosa ti aspetta? Tu devi solo pensare a concepire i tuoi sogni e svegliarti anche domani per vedere se si sono realizzati. Ci sono persone ancorate al passato che dicono che allora si stava meglio, che i valori umani erano molto più importanti. Non sono completamente d’accordo: il problema è che umanità e solidarietà la trovi ancora facilmente tra le fasce più deboli, oggi come allora. Solo che oggi con le informazioni molto più disponibili ci viene dipinto un mondo che in passato non sarebbe stato possibile dipingere. Oggi la tecnologia ci rende la vita più facile e più comoda ma nello stesso tempo ci rende molto più deboli e più schiavi di questo mondo tecnologico. Quando in passato potevi contare solo su te stesso questo sì che serviva a fortificarti, e con questo non voglio dire che il passato fosse meglio del presente, erano tempi bui allora come adesso, tutto è relativo a ciò che hai a disposizione nel momento della tua vita. Sicuramente c’è chi vede questa epoca luminosa, piena di possibilità, di ricchezze, ma a me sembra che come nel Medioevo ci siano signorotti che hanno un enorme potere e persone sfruttate che sopravvivono a malapena. Dipenderà forse dal fatto che chi ha capacità e risorse non sempre le sfrutta nel modo più onesto possibile, ma vive ai margini della legge, anzi probabilmente sono questi poteri forti che decidono le leggi che politici da quattro soldi mettono in pratica.