Alla sera – Ugo Foscolo

Forse perché della fatal quïete
Tu sei l’imago a me sì cara, vieni,
O Sera! E quando ti corteggian liete
Le nubi estive e i zeffiri sereni,

E quando dal nevoso aere inquiete
Tenebre, e lunghe, all’universo meni,
Sempre scendi invocata, e le secrete
Vie del mio cor soavemente tieni.

Vagar mi fai co’ miei pensier su l’orme
Che vanno al nulla eterno; e intanto fugge
Questo reo tempo, e van con lui le torme

Delle cure, onde meco egli si strugge;
E mentre io guardo la tua pace, dorme
Quello spirto guerrier ch’entro mi rugge.

Ugo Foscolo

Le nuvole corteggiano sempre

Le nuvole corteggiano sempre

ciò che trovano sul loro cammino,

non ci sono ostacoli al loro desinare,

bianche si accoppiano al cielo limpido

grigie ad un mare in tempesta

nere all’inferno più cupo.

La mezzaluna fertile

La mezzaluna fertile

Leggevo sui libri

Questa culla di civiltà.

Ora la mezzaluna

È sulla bandiera turca

Ma né loro né nessun altro

Si può definire una culla.

Gli infanti che vi crescono

Sono solo sanguinari

Perché questo mondo

Solo questo produce.

Assassini stupratori e ladri

La pace è stata tolta dal vocabolario

E ne più mai tornerà.

30/12/2021

Leggendo Giorgio Brizio

Il desiderio di conquista

Il desiderio di conquista non ci abbandonerà mai, il desiderio di porci obiettivi e di realizzarli è tutto ciò che ci tiene in vita e degli effetti collaterali che ne possono conseguire, non ci preoccupiamo troppo.

E non parlo dei desideri quotidiani, grandi o piccoli che siano, delle singole persone, no, parlo del desiderio di potere di chi governa le nazioni e riduce in schiavitù altri popoli più deboli per i propri interessi, e questo purtroppo vale per la maggioranza delle nazioni occidentali, è ormai diventato una filosofia di vita.

Anche se tutto ciò fa parte della natura umana, e per me è difficile da accettare, perché rendere schiavi i propri simili per gratificare il proprio senso di superiorità credo sia di quanto peggio l’uomo possa fare.

E facciamo troppo poco per invertire questa tendenza distruttiva che comporta una mancanza di diversità che non può far bene alla nostra società, perché cancella pezzi importanti di cultura.

L’identità culturale di un popolo non dovrebbe mai essere soffocata, perderemmo per sempre le ricchezze tramandate nei secoli, nei millenni e costate enormi fatiche.

Finché non capiremo che la diversità è un valore e non un disvalore non capiremo nemmeno perché siamo qui, ora.

Marco Fantuzzi

02/02/2022

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: