Indirizzo sconosciuto

Ti scrivo

e non so il tuo nome,

metterò

Indirizzo sconosciuto.

Ma arriverà lo sento,

i tuoi palpiti

vibreranno con le mie parole

e raccoglieranno il cammino.

Non ti conosco

e non ti parlo,

nemmeno conosco la tua voce.

Ma i miei occhi

sono globi di fuoco,

s’incendiano già di lontano.

E brucia il nero dei tuoi capelli

che una mano impertinente

ha colorato

come campi di grano al tramonto.

Questo misero e umile

dicitore di versi

si sofferma sulla grazia

delle tue meraviglie,

sulla leggerezza del passo,

sullo sguardo severo

che ti coglie.

Mentre io colgo

i tuoi fianchi,

di giovane moglie

di giovane madre,

non so.

Di donna

in cerca di attenzione,

di cure,

di smisurato amore.

Marco Fantuzzi

Primavera

DSC_1137

 

 

 

 

 

 

Oggi comincia un’altra vita,

il cielo ha rischiarato

e splende il sole,

i prati sono in fiore,

i ruscelli pieni d’acqua,

i canti inondano lo spazio intorno a me:

è primavera.

Marco Fantuzzi

Uno dei miei primi scritti, anche la foto è di qualche anno fa, pescata dall’archivio dei ricordi. Buona primavera a tutti/e.

Il bosco dell’amore

Il bosco dell’amore,

quel luogo senza tempo

in cui le persone

si scambiano promesse

e progettano la loro vita…

…e riflettono sul proprio destino

così integrato coi destini del mondo,

si rifugiano nei sentimenti

per sfuggire alla fisicità

di un mondo fuori controllo

in cui la ricerca della felicità

va sempre a discapito di qualcun altro…

…in cui spesso la voglia di lottare vien meno,

così ci rifugiamo nella nostra intimità,

più spesso tra le braccia sbagliate,

confondendo sesso con amore…

…siamo diventati impazienti e insofferenti,

trasciniamo il nostro sentire

nell’indifferenza più cieca…

…ma potremmo diventare tutti poeti

vivendo quella sensibilità

che alberga in ognuno di noi,

in variabil misura

e amare da poeti la vita.

Marco Fantuzzi

8 Marzo

Quale festeggiar ti compete,

lieta festa tutto l’anno

è la vita tua

se amor ti coglie,

se lasci i tuoi pensieri

disperdersi nel vento,

leggere piume

che altre coglieranno.

Una vita indifesa,

per questo ti fai forte

per questo ti ribelli

e a volte ti arrendi.

Ma c’è luce negli occhi tuoi spenti

c’è forza negli occhi tuoi stanchi

c’è amore nell’intensità del dolore.

Marco Fantuzzi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: